Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Pasoliniana - racconti di racconti - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

racconti di racconti : Pasoliniana
di fulmini , Sun 14 August 2011 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Nicola tiene un banco di pesce al Mercato di Piazza Vittorio a Roma- il Banco dei Rosci. Siamo diventati amici per simpatia. Oggi ho comprato due maccarelli secondo il suo consiglio, e mentre suo figlio Manolo li preparava per il carpaccio (mi ha insegnato proprio Manolo ed è vero che il maccarello è eccellente così) è venuto fuori che studio Pasolini, e mi racconta che hanno avuto casa all’Idroscalo di Ostia nel punto preciso in cui l’hanno trovato ammazzato “…E fino a quarche anno fa, quanno Manolo – si gira e lo guarda, orgoglioso – c’aveva sedici anni, me so’accorto che la zona s’era ‘mbarbarita e ho pensato ch’era mejo andassene”. Prima di lui il Banco lo teneva suo padre: “Se n’è annato troppo presto… settantun’anni, pensa… Un pezzo de pane. Se vedeva quarcuno che non c’aveva da paga’, senza chiedello e senza fasse vede, così – abbassa gli occhi e fa un gesto misericordioso - je dava quarcosa de bbono… Ma, tanto ‘bbono de core era co’ la ggente der popolo come lui, tanto sarcastico era co’quelli co’ la puzza sotto er naso… Figurate che a certe signore borghesi tutte tittittí e tittità, e “Posso fidarmi?” e “Mi garantisce che questo è proprio fresco?”, quanno je girava, faceva: “Signora mia, Lei non sa che cazzo je metto in bocca, e che bocca je lascia…” Come!? – sobbarzava la Signora. “Dia retta a me… Me ringrazzierà…”

Pasquale Misuraca

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti