Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Con questa mia vengo a dirti.4/8 - leOpereeiGiorni - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Con questa mia vengo a dirti.4/8
di fulmini , Wed 25 May 2011 6:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  
Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 25/5/2011 16:52  Aggiornato: 31/5/2011 21:01
Autore: fulmini

Nietzsche sognava di scrivere una filosofia per sordomuti, cioè una filosofia fatta non solo di parole, ma anche di gesti, di presenze fisiche, del non detto.

In questo senso tutto il mio lavoro audiovisivo è una filosofia per sordomuti, e persino per ciechi: non soltanto per la lontananza delle mie opere dal teatro registrato e dal cinema parlato, ma anche perché costruite per essere sentite-comprese-capite anche tramite il solo audio o il solo video. E quando dico 'audio' non intendo 'parole', e quando dico 'video' non intendo 'facce'.

Faccio notare, per esempio - uno tra infiniti possibili, che la scena del film 'Prima di cominciare' qui anticipata dal fotogramma-copertina del video, e riportata all'interno per intero, registra di spalle zia Kallou che si pettina specchiandosi e la sua immagine riflessa nello specchio stesso, specchio dentro il quale appare ad un certo punto Jorgos che è sopraggiunto alle spalle di lei, ma zia Kallou, riconosciuto a prima vista Jorgos, al principio non si volta per abbracciarlo, bensì si lancia sulla immagine di lui, sullo specchio.

Pasquale Misuraca

Aggiunta del 31 maggio 2011: "Il signore non dice e non nasconde, ma dà un segno." Eraclito / Tutto sta ad intendersi - spiega il filosofo Remo Bodei - su cosa significa l'ultimo termine, "dà un segno"; in greco è "semainein", che può tradursi anche "accennare", "indicare" e che implica probabilmente un linguaggio non verbale."