Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

il legame : Progetto per l'Africa Sub-Sahariana
di venises , Tue 6 April 2010 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Tempo fa vi raccontammo di un nostro viaggio in un villaggio dell’Africa sub-sahariana, ovvero di quell’ unica regione al mondo nella quale la povertà non sta diminuendo, ma aumentando (vedi, per es. World Bank Report, pag.12).

Oggi vi offriamo l’opportunità – e v’invitiamo – a contribuire concretamente, direttamente ed immediatamente a cambiare la realtà di questo piccolo villaggio, Gbi-Wegbe, facendo una donazione alla scuola Happy Kids Preparatory School attraverso il sito:

http://www.ghanawithoutborders.org/



I bambinidi Happy Kids



La scuola è stata fondata nel 1995 da Elizabeth Adzagbo (se v’immaginate un’intellettuale siete fuori strada; Elisabeth è una donna semplice, lei stessa con una cultura assai limitata, ma con un coraggio sconfinato).
Happy Kids non riceve aiuti da alcuna istituzione pubblica, solo una copia (dicasi 1) dei libri ufficiali di testo (come ogni scuola in Ghana).
Elisabeth – con l’aiuto di pochi amici e sostenitori - provvede a dar da mangiare (una volta al giorno, a due pasti non ci si arriva - ogni pasto consiste d'una ciotola a testa con farina e acqua) a 40 orfani e riesce ad alloggiarne solo una quindicina (gli altri sono ospitati nelle case vicine). La scuola provvede all'istruzione di un totale di 120 bambini.

Lezione nel cortile di Happy Kids

L’interno di una delle vecchie classi

La scuola è costituita da tre microscopici locali (ne vedete le porte d’ingresso sullo sfondo della foto qui sopra a sinistra. Potete apprezzare le dimensioni di una delle “classi” nella foto a destra: tre ragazzi la riempiono!) che sono tutto ciò che si ha a disposizione per tenere quattro classi, una delle quali, per necessità, si tiene nel cortile: non riuscirete mai ad immaginare cosa questo diventa quando piove (come piove in Ghana).

La scuola ha disperato bisogno di quattro vere classi.
Nel 2007 Elisabeth ha comprato un piccolo lotto di terra (37 x 30 m) lì vicino.
D'allora, due classi vengono ospitate all’aperto, sotto un tetto di paglia, in questo nuovo prato.


Classe di matematica nel cortile di Happy Kids
Classe all'aperto

L’anno successivo una prima classe, tutta nuova, è stata costruita (è bellissima, con dei veri banchi e una lavagna tutta intera: la vedete nella foto qui sotto)

La nuova Classe

Oggi noi vi proponiamo di partecipare attivamente alla realizzazione dei seguenti progetti:




Progetto A :aiutare Elisabeth ad acquistare altri quattro lotti di terreno (4 x 500 $)
Progetto B :
costruire tre nuove classi (la costruzione della seconda classe è iniziata, ma i fondi attualmente a disposizione non bastano ad ultimarla – una classe, completamente attrezzata, costa 4000 $)
Progetto C :
riadattamento della struttura esistente (le "vecchie" classi) in dormitorio per gli orfani, in modo che tutti abbiano un letto per dormire (circa 3200 $ - stima)
Progetto D :
acquistare materiale didattico, libri, carta, matite (circa 4600 $ - stima)

Semmai dovessimo farcela, semmai dovessimo riuscire ad arrivare sin qui, ecco in quale direzione ci piacerebbe avanzare:



Progetto E :dotare la scuola di computers (10 x 550 $) e connetterli ad internet {provider1 / provider2} (120 $/mese + 80 $/mese per l'elettricità) => ragazzi che attualmente non hanno accesso ad alcun libro di lettura, avranno immediatamente accesso ad un'infinità di testi, notizie, materiali
Progetto F :
a partire da questo momento sarà possibile iniziare corsi educativi a distanza
Progetto G :
la sera la sala computers potrà trasformarsi in un Internet Point per la comunità (e contribuire all'auto-sostentamento della scuola)
Progetto H :
la scuola gradualmente si trasformerà in un centro culturale per la comunità
Progetto L :
in coordinazione con una ONG specializzata nel settore (e.g. WaterAid) intraprendere la costruzione di toilets e di un sistema di raccolta e drenaggio delle acque per l'intera comunità.

C'impegnamo a tenervi al corrente del progresso dei vari progetti e a documentare - attraverso fotografie - l'impiego del vostro contributo.

Grazie.


_____________________________________________________________________________________



Aggiornamento di fine giugno 2010:
- Elisabeth ha acquistato un secondo lotto di terra, adiacente a quello esistente, per l'ampliamento futuro della scuola
- la costruzione di due nuove classi ("appoggiate" a quella esistente - nello spazio alla destra nella foto grande sopra) è iniziata e procede (dopo un'interruzione dovuta alla pioggia torrenziale di maggio), anche se i fondi attualmente disponibili non consentono d'arrivare al completamento della seconda classe.


Costruzione di una seconda classe a Happy Kids


Costruzione di una seconda classe a Happy Kids



_____________________________________________________________________________________


Questa la situazione ad inizio ottobre 2010:

1) ad agosto 2010 è stato ultimato un dormitorio, con una stanza per ragazzi ed una per le ragazze (ciascuna avente dieci posti letto). Il tutto dovuto ad una giovane donatrice californiana (che ha anche agito da direttore dei lavori, che sono durati 2 mesi).

2) gli orfani ospitati nella scuola sono 40. Mancano quindi ancora 20 posti letto. Questi saranno ricavati nella costruzione "principale", quella che è sempre servita a tutto, come dormitorio la notte e come classi il giorno. Ma perché questo sia possibile, prima le nuove classi devono essere ultimate. Nel frattempo l'esterno di questa costruzione è stato completamente rifatto e colorato a nuovo. Questo è dovuto ad una donatrice svizzera.

3) quattro nuove classi (due al piano terra, due al primo piano) sono in costruzione (questo è dovuto a due donatori che vivono in Olanda). Speriamo siano ultimate per fine novembre. Quando saranno ultimate, la scuola avrà un totale di cinque belle classi e il vecchio stabile potrà essere adibito a secondo dormitorio.

4) Oltre cento kg di libri (più penne, matite e colori) sono stati inviati laggiù dall'Europa e ora la scuola ha una vera biblioteca con tantissimi libri per tutte le età (dai 3 ai 19 anni). Non possedevano neanche un libro (dicasi uno). Questo è dovuto ad una studentessa universitaria di Cambridge (UK).

5) abbiamo trovato uno sponsor (un'associazione negli USA) che si farà carico di pagare l'acquisto dei computer (mentre noi continuiamo a cercarne altri in parallelo, per il momento ne abbiamo tre). Contiamo d'andare ad installarli (in un intranet - e poi connetterli ad internet) entro la metà dell'anno prossimo.
Da quel momento ci lanceremo nell'insegnamento a distanza


In altre parole, a metà 2011 avremo completato i progetti A, B, C, D, E come sopra esposti.
Il progetto F ci occuperà durante l'estate 2011.



Lavori a Happy Kids in Ghana
Dormitorio (veduta esterna)

Lavori a Happy Kids in Ghana
Dormitorio ragazzi (interno)

Lavori a Happy Kids in Ghana
Dormitorio ragazze (interno)

Lavori a Happy Kids in Ghana

Lavori a Happy Kids in Ghana
Classi in costruzione (due al piano terra e due al primo piano)



Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 6/4/2010 10:28  Aggiornato: 6/4/2010 10:40
Autore: AlfaZita

Aderisco al Progetto per l'Africa Sub-Sahariana.

Appoggio e faccio propria l'iniziativa di Elizabeth che da quindici anni offre a bambini indifesi un luogo per crescere.
Rifletto quanto la vita si riempie e tracima di gioia nel fare con gli altri.

Ringrazio Venises per quelle poche parole sul Progetto che hanno spiegato molto.

Alexandra Zambà
Inviato: 8/4/2010 10:10  Aggiornato: 8/4/2010 10:10
Autore: venises

Si può aderire ad un progetto del genere in molti modi (non tutti sono in condizione di contribuire finanziariamente), per esempio semplicemente promuovendo l'iniziativa attraverso i propri social networks, aggiungendo il link al sito http://www.happykidspreparatory.org/ (con una frase oppure senza) alla fine di ogni e-mail, parlandone ad amici, colleghi, etc.
Inviato: 28/4/2010 13:59  Aggiornato: 28/4/2010 13:59
Posso mandare una mail a circa 150 persone.
Vuoi scrivermela tu?
Me la mandi su gmail.
Io l'avrei già scritta
ma preferisco se il testo è tuo.
Cos
Inviato: 29/4/2010 0:48  Aggiornato: 29/4/2010 0:52
Autore: venises

@ Cos
Volentieri. Grazie.

@ Tutti
Ci siamo impegnati a tenervi informati circa l'avanzamento del nostro piccolo progetto.
Lo facciamo: ad oggi (22 giorni dopo la pubblicazione del nostro appello) la somma raccolta in provenienza da questo sito (o comunque dall'Italia) è stata pari a 0 $.
Grazie all'impegno d'altre fonti, i progetti A e B stanno muovendo i primi passi e la costruzione di due classi è appena iniziata.
Non sappiamo descrivere la felicità e la riconoscenza di Elisabeth e dei suoi tanti "cuccioli".
Inviato: 19/6/2010 15:34  Aggiornato: 19/6/2010 15:34
Autore: venises

Il nostro minuscolo (ma concretissimo) progetto avanza.
Purtroppo tutto (terreno, materiali, manodopera) costa ormai più di quanto indicato nel nostro articolo.
Nonostante le difficoltà, contiamo d'ultimare la costruzione delle due classi prima dell'inizio del nuovo anno scolastico.
Inviato: 10/10/2010 9:51  Aggiornato: 10/10/2010 9:51
Autore: fulmini

Venises,
a che punto è la costruzione delle due classi? E' iniziato l'anno scolastico a Gbi-Wegbe?
Spesso mi vengono in mente, insieme, questo villaggio del Ghana ed un villaggio della mia fanciullezza in Calabria. 'Mirto' si chiamava. Gli stessi viottoli, le stesse strade sterrate, le stesse aie.
Inviato: 11/10/2010 21:58  Aggiornato: 11/10/2010 21:58
Autore: venises

Caro Pasquale,
ti aggiorniamo volentieri (vedi alla fine del post).
I progetti annunciati avanzano - inesorabili come la nostra (e la loro) determinazione a cambiare lo stato delle cose - grazie all'aiuto di pochi donatori, in Olanda, USA, UK, Svizzera.
Chi volesse darci una mano è ancora in tempo.