Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 109 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Ancora sul cinema di Murnau - leOpereeiGiorni - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Ancora sul cinema di Murnau
di fulmini , Mon 15 February 2010 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Consideriamo un film di Murnau del 1927, Aurora (Sunrise: A Song of Two Humans), e la mobilità della macchina da presa, che non assume – in questo autore - un punto di vista virtuosistico e astratto, ma il processo di vista dello spettatore/astante che segue da vicino, come un’ombra, l’azione dei soggetti protagonisti dell’opera.

Prego di concentrare particolarmente l’attenzione, all’interno di questo brano che riporto da youtube, sul brano iniziale (seguiamo da vicino il protagonista e poi scopriamo la donna in sua attesa: 0 > 55”) e sul brano quasi finale (osserviamo le impronte dell’uomo nel fango che trapassano nelle impronte e nei piedi della donna che lo precede: 4’39” > 5’ 11”). Buona visione, e buon ascolto.

Pasquale Misuraca


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono propriet dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 18/2/2010 7:31  Aggiornato: 18/2/2010 7:31
Autore: unviaggiatore

Ancora Friedrich Murnau e Carl Mayer insieme quindi ancora una rappresentazione cinematografica costruita sull'equilibrio compositivo della narrazione, dell'elemento umano e della struttura scenografica, uno schema narrativo organicamente costruito. Si allontanano dall'espressionismo continuando comunque a risentirne l'influenza sul piano scenografico e oltrepassano la mera registrazione del visibile. Le sovrapposizione delle immagini della città e la danza di Margaret Livingston sono una perfetta immagine della seduzione.