Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

guidaPellegrina : Apologia dei negozianti intelligenti
di fulmini , Wed 11 November 2009 5:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Su via Merulana a Roma (sì, quella del Pasticciaccio di Gadda), al numero 85, s'affaccia un negozio che vende un'ottima carne suina prodotta in Italia (in Umbria per la precisione) e amorevolmente lavorata nel laboratorio artigiano retrostante fino a farne coppiette, salame corallina, prosciutto di montagna, paesanella al finocchio selvatico e chi più ne ha più ne metta.

carni suine lavorate

Pasquale Misuraca, Roma - Negozio Cecchini Vincenzo E C. (S.N.C.), novembre 2009

Accoglie anche un gran bancone per la gastronomia, con i piatti tradizionali del Lazio, dalla porchetta alle salsicce alla griglia. Non solo: mi delizia per soprammercato l'intelligenza di Vincenzo Cecchini padre e Virgilio Cecchini figlio: offrono 'fondamentali' di buona qualità al giusto prezzo – parlo dell’olio, del vino e tutto il resto. Specializzazione sapiente e Fondamentali onesti sono una combinazione potenzialmente vittoriosa anche nei confronti dei giganti SuperMarket.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 11/11/2009 8:13  Aggiornato: 11/11/2009 8:13
L'orario non è dei migliori, ma "u figatu cu' chippu" (leggi diaframma) odora di alloro.
Inviato: 11/11/2009 10:53  Aggiornato: 11/11/2009 10:53
Cumpari meu, cu' rispettu parrandu, vi ricordu 'a ricetta chi diciti vui:

Fegatelli di maiale all'alloro

Preparazione

Pulite il fegato e tagliatelo in pezzetti di circa 30 g l'uno.
Tagliate la reticella (o 'diaframma', o 'chuppu' - in calabrese ionico) in quadrati di circa 15 cm di lato, allineateli sul tavolo, salateli, pepateli e disponete al centro di ciascuno una foglia di alloro e sopra un pezzetto di fegato.
Avvolgeteli a fagottino e fateli rosolare in un tegame con lo strutto, girandoli finché saranno cotti al punto giusto, dorati e croccanti.
Serviteli ben caldi.

Ingredienti e dosi per 6 persone

* 500 g di fegato di maiale
* 300 g di reticella di maiale ammorbidita in acqua
* 5 foglie di alloro fresco
* 40 g di strutto
* Sale
* Pepe

Bon appetitu
Inviato: 11/11/2009 11:10  Aggiornato: 11/11/2009 11:10
Autore: fulmini

L'interessante disquisizione, che cade a puntino / nel giorno di San Martino, mi ha incuriosito. Ho cercato e trovato su internet questa antica ricetta al limone:

"Per sentire il vero gusto del fegato di maiale. Friggerlo naturale, a fette sottili, nel lardo vergine e mescolato collo stomachino a pezzetti. In questa maniera va levato dalla padella con un poco del suo unto, condito con sale e pepe e mentre è ancora bollente gli va strizzato sopra un limone, il cui agro serve a smorzare il grassume. Le fette sottili di fegato si possono anche infarinare prima di friggerle."