Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

zona di sovrapposizione : Penelope, Ulisse e i nostri tempi
di petilino , Sat 13 June 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Post n. 23

Sono andato a correre a Villa Torlonia domenica scorsa.
Un circuito molto allenante di 1776 metri fatto di sali scendi niente male.
I tratti ombreggiati e le numerose fontanelle rendono, in questa stagione, più gradevole la corsa.
Ho varcato il cancello alle 7.15 con il fresco del mattino.
Eravamo ancora in pochi sia i podisti che i cani con i loro padroni.
Penelope, vieni qui subito, ordina un signore, con signora al seguito, entrambi tra i 55-60, al suo cane visibilmente giovane e con una gran voglia di giocare, che si era allontanato saltellando.
La scena è là dove sorge un grande gelso carico di frutti neri.
Lasciala stare, interviene la signora, non da fastidio a nessuno.
E no, ribatte lui, ci sono tanti podisti.
Chiamato in causa mi giro: Ma io non sono Ulisse.
Prego? Mi fa lui, che aveva sentito benissimo.
Non mi chiamo Ulisse, perciò Penelope, tanto fedele, non ci viene da me, sono stato costretto ad aggiungere.
Ah! fa lui interdetto ed alla ricerca di un senso nelle mie parole.
Ci sono rimasto male ed ho temuto il peggio per la tornata elettorale in pieno svolgimento.
Perché se si è costretti a spiegare il legame tra Penelope ed Ulisse vuol dire che il peggio è a portata di mano, vuol dire che stanno venendo, sono venuti meno elementi comuni di convivenza.
Aggiungo per i non Romani e perché si intenda la mia amarezza, che Villa Torlonia, già residenza del Duce, si trova sulla via Nomentana vicino Porta Pia, al crocevia dei quartieri Trieste, Bologna, San Lorenzo e La Sapienza, borghesia medio alta, professionisti con i fiocchi.
Queste mutazioni mi spaventano.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 13/6/2009 10:41  Aggiornato: 13/6/2009 10:41
Autore: fulmini

Sì, Petilino, anche a me pare che gli esseri umani (specialmente i "professionisti con i fiocchi", ma non solo) oggi siano più informati, sappiano più cose, ma siano meno colti, colleghino meno bene e più superficialmente le cose che sanno.
Inviato: 14/6/2009 22:07  Aggiornato: 14/6/2009 22:07
Autore: unviaggiatore

Sono venuti meno elementi comuni di convivenza a tutti i livelli. Oggi non si può neanche più parlare di una incapacità di ascolto, ma, molto peggio, della mancanza di volontà di ascoltare. Mi capita sempre più spesso di parlare di politica con AMICI che non mi ascoltano e pensano alla risposta da darmi senza conoscere la mia domanda. Questa mancanza di volontà non riguarda solo certi gruppi, è ormai diffusa.
Giuliano Cabrini