Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Erbe commestibili: Crespigno
di fulmini , Mon 9 March 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Questa che presentiamo oggi


crespigno da lontano


a chi ha occhi per vedere


crespigno da vicino

Roma, via Casilina, 6 marzo 2009


è il Crespigno, erba selvatica cosmopolita (diffusa sui due terzi delle terre emerse) commestibile (se raccolta in campagna). A rapida cottura, è (dolcemente) buona da sola o in contrappuntistica compagnia (di erbe amarognole). È buona d’altro canto cruda, in insalata.


Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 9/3/2009 17:40  Aggiornato: 9/3/2009 17:40
Autore: ioJulia

Mi piacciono le erbe selvatiche. Alcune le conosco bene.. Questa l'ho vista spesso ma non sapevo il nome.
La tua foto mi ha fatto pensare a come siano in grado di crescere anche nei posti più impensati e difficili..
Regalano come dimostra la tua capacità di saper cogliere momenti deliziosamente verdi in città..

Sto passando un momento privo di spunti interessanti per le foto..
Non saprei a chi dare la colpa..
Ma guardo sempre le tue.



Buona giornata
Julia
Inviato: 9/3/2009 18:17  Aggiornato: 9/3/2009 18:17
Autore: fulmini

@ ioJulia

Sai, essendo un po' selvatico anch'io, e dovendo vivere in condizioni difficili (ah, la vita del decatleta!), sono particolarmente sensibile ai fratelli alberi e alle sorelle erbe che vivono in città...

Quanto alle foto... come diceva o scriveva non so più chi, l'importante è che l'ispirazione ti trovi al lavoro...