Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 96 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/include/common.php on line 109 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 Strict Standards: Non-static method XoopsLogger::instance() should not be called statically in /storage/content/36/1010336/fulminiesaette.it/public_html/class/logger.php on line 228 'Gomorra' film conservatore - leOpereeiGiorni - Rubriche : Fulmini e Saette
Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : 'Gomorra' film conservatore
di fulmini , Mon 5 January 2009 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

‘Gomorra’ inteso come film è buono (moralmente, tecnicamente) ed è conservatore (linguisticamente, artisticamente).

Come linguisticamente-artisticamente conservatori sono ‘Million Dollar Baby’ (2004), ‘Un cuore in inverno’ (1992), ‘La ragazza del lago’ (2006), ‘Lanterne rosse’ (1991), ‘L’enigma di Kaspar Hauser’ (1974), ‘Parla con lei’ (2002), ‘Il padrino’ (1972), ‘Salaam Bombay’ (1988), ‘Terra e libertà’ (1995), ‘Schiava d’amore’ (1975), ‘Ferro 3’ (2004), ‘Central do Brasil’ (1997), ‘Il petroliere’ (2007), ‘Ho affittato un killer’ (1990), ‘Pulp Fiction’ (1994), ‘Toto le héros’ (1991), ‘Le onde del destino’ (1996), ‘Un film parlato’ (2003), ‘La recita’ (1975), ‘Lezioni di piano’ (1993), ‘Alessandria, perché?’ (1979), ‘Il dolce domani’ (1997), ’21 grammi’ (2003), ‘Lezioni di felicità’ (2007), e via elencando la quasi totalità dei films realizzati negli ultimi quarant’anni sulla faccia della Terra.

Fino agli Anni Sessanta il cinema come arte e come linguaggio, cioè come attività teorico-pratiche di costruzione di nuovi modi di sentire (fisicamente) - comprendere (culturalmente) - rappresentare (spettacolarmente), era (relativamente) progressista. Negli Anni Settanta inizia il lungo inverno (la lunga agonia) che dura tuttora (con rare eccezioni, che non fanno primavera – non fanno rinascita), appena appena mascherata, distratta, scongiurata, da innovazioni tecnologiche varie. Il cinema, e soprattutto il cinema da films, è oggi non più un’avanguardia ma una retroguardia – militarmente-politicamente-artisticamente-linguisticamente parlando.

In ‘Gomorra’, di buon livello (tecnico-professionale, oltre alla morale) sono la sceneggiatura, la scenografia, i costumi, la fotografia, il montaggio, la recitazione, la regia.

Ah, dimenticavo:

a) CONSERVATORE. Vuol dire ‘fortemente legato alla tradizione, alla consuetudine, alle convenzioni, e debolmente aperto all’innovazione, all’inedito, alle invenzioni”.
b) INNOVATORE. Vittorio de Sica lo è stato (come regista) dal 1943 – ‘I bambini ci guardano’ – al 1952 – ‘Umberto D’. Dopo (come regista) è stato un conservatore. Se ne è pentito amaramente in punto di morte.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono propriet dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 5/1/2009 7:47  Aggiornato: 5/1/2009 7:47
Autore: fulmini

Gennariello non è qui. Sono certo che se lo fosse, letto il post, ci penserebbe un po' su, passandosi l'indice sulle labbra e poi girandosi lentamente mi domanderebbe: "Quanto è importante che un artista sia conservatore o innovatore?"

Io lo trascinerei fuori e passeggiando in una notte che tende all'alba gli parlerei dei due Tommasi della pittura italiana, quello piccolo - Masolino - e quello grosso - Masaccio, della loro amicizia, della loro collaborazione, e della loro profonda diversità. Poi farei una delle mie affermazioni iperboliche: "Senza Masaccio non saremmo quel che siamo noi esseri umani oggi. L'arte per l'arte è un equivoco, l'arte è per la vita, per gli uomini, per la storia - non per l'arte." Starei zitto anch'io a questo punto. Ci prenderemmo un caffè di fronte a San Clemente e poi entreremmo in punta di piedi a vedere gli affreschi sui quali i due amici hanno lavorato, riso, litigato per l'ultima volta.
Inviato: 5/1/2009 20:09  Aggiornato: 5/1/2009 20:09
Autore: Sogni

vorrei rispondere articolatamente, magari con un post. Ci sentiamo presto allora...
Inviato: 7/1/2009 15:51  Aggiornato: 7/1/2009 15:51
Autore: ethos

A me è piaciuto di più "L'imbalsamatore": film fisico e per certi aspetti claustrofobico. Fermo restando che "Gomorra" descrive neorealisticamente il milieu camorristico che ammorba ampie fasce delle popolazioni campane. La stessa cui apparteneva Nicola Sarpa ed in cui è cresciuta Manuela Terracciano, vittime del medesimo destino, esiziale per entrambi. Entrambi condannati a vita.

Elemento che non autorizza a sottacere per malinteso bon ton, come sembrerebbe suggerire Fabio Cannavaro, la realtà pesante e violenta narrata da Roberto Saviano.

Molti dei film citati sono tra i miei preferiti. Non ci sono "C'era una volta in America" di Sergio Leone e "Stalker" di Andrej Tarkovskij[http://it.wikipedia.org/wiki/Stalker], od "Arca russa" di Aleksandr Sokurov [http://it.wikipedia.org/wiki/Arca_russa].

Tuttavia, da appassionato di cinema ma non cineasta, non capisco il senso della classificazione che proponi.
Inviato: 7/1/2009 16:36  Aggiornato: 7/1/2009 16:37
Autore: fulmini

@ Ethos

Su 'Gomorra' in particolare.

Tu scrivi "la narrazione neorealistica di 'Gomorra'". Appunto. Se un cineasta degli anni Duemila adopera una narrazione neorealistica è (linguisticamente) conservatore. Come linguisticamente conservatore sarebbe Vittorio De Sica se narrasse oggi come narrava a metà degli anni Cinquanta del secolo scorso.

(Nota 1. Per la stessa ragione è - per esempio - conservatore Gianni Amelio in 'Così ridevano'.)

Sul senso della classificazione che propongo in generale.

Se è vero ciò che vado sostenendo da venticinque anni, e cioè che la stragrande parte del cinema da film è linguisticamente conservatore, è vero che bisogna criticare lo stato presente - e favorire lo sviluppo di un'arte audiovisiva innovativa (linguisticamente, s'intende).

Domanda: Ma che vuol dire 'linguisticamente'? Risposta: Vuol dire che Masolino è artista grande quanto Masaccio, ma che Masaccio ha avviato (linguisticamente) un mondo intellettuale e morale nuovo.

(Nota 2. Giovanni Battista era linguisticamente conservatore, Gesù era linguisticamente innovatore.)
Inviato: 8/1/2009 12:44  Aggiornato: 8/1/2009 12:44
Autore: ethos

Probabile che le cose stiano come tu dici. Ma è anche vero che le categorie che utilizzi sono troppo larghe per poter parlare esattamente delle stesse valutazioni, allo stesso modo.

"L'imbalsamatore" per me potrebbe essere stato un film fisico [il tanfo di camorra e sconfitta che ti si imprime sulla pelle], per un altro solo un film scuro, dallo sguardo basso, ripiegato, disperato.

"Arca russa" potrebbe ridursi ad uno straordinario espediente di virtuosismo tecnico [un film intero girato in un unico piano sequenza], oppure avvicinarsi al capolavoro. Così Stanley Kubrick e così Sergio Leone e così David Lynch, grossier, nella filmografia più e meno riuscita.

Ne riparleremo a voce a breve. Forse già dal prossimo fine settimana. Magari insieme a Fabio e Francesco.


http://www.spietati.it/archivio/recensioni/rece-2001-2002/rece-2001-2002-m/mulholland_drive.htm
Inviato: 8/1/2009 12:58  Aggiornato: 8/1/2009 12:58
Autore: fulmini

@ Ethos

Ci stiamo avvicinando. 'Arca russa', '2001 odissea nello spazio', Il sapore della ciliegia', 'Nashville', 'VideoDiario di un Re prigioniero' sono films innovatori.

A presto!