Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

i nostri inviati : Viaggio in Egitto
di bovary , Sat 20 December 2008 7:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

barca avela sulle rive del Lago Nasser in Egitto


'bovary', aprile del 2005, Lago Nasser Assuan, Egitto

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 20/12/2008 17:34  Aggiornato: 20/12/2008 17:36
Autore: gertdelpozzo

Bellissima, complimenti.
La vela in ombra è speciale.

Complimenti

P.S.: se posso, solo un pò meno cielo (il coraggio del fotografo) e diventa perfetta
Inviato: 20/12/2008 20:52  Aggiornato: 20/12/2008 20:55
Autore: AlfaZita

Mi ha commosso Valeria, il “passaggio della vela” nel realismo enigmatico.
Una foto impastata di tonalità di un unico colore.
Dai blu densi dell’acqua fino ai celesti diafani del cielo che insieme scolorano nei grigi delle sabbie africane. Il verde della scarsa vegetazione resta a sottolineare il passaggio.
E poi e soprattutto la vela che si erge a coltello a voler toccare il cielo, e protesa arriva solo in alto l'estremità della terra.
Inviato: 22/12/2008 10:28  Aggiornato: 22/12/2008 10:28
Autore: bovary

grazie di cuore dei vostri commenti... Sono davvero felice di poter condividere il mio sguardo sul mondo con voi... Il viaggio è l'esperienza umana più piena e completa che ci possa essere soprattutto quando è possibile condividere le proprie esperienze e confrontare i punti di vista con gli altri...
Nella mia vita ho ancora molti viaggi da fare ma finora, per quella che è stata la mia breve esperienza, non mi sono mai sentita veramente a casa come nei paesi del sud del mondo... Il mio cuore abita al caldo...