Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

Gramsci : Il capitalismo è cambiato ma il marxismo non se ne è accorto
di fulmini , Tue 9 September 2008 8:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Ripubblico qui il 'fulmine' uscito il 6 settembre sulle pagine di ‘Alias’ – settimanale culturale del quotidiano ‘il manifesto’ – su cui tengo una rubrica mensile (primo sabato di ogni mese). Repetita iuvant, commenti coadiuvant.

Oltre i marxismi e le sociologie.

È uscito un libro di storia dei saperi e delle ricerche sociali che getta una nuova luce sul Novecento, e particolarmente sulla crisi dei marxismi e delle sociologie che ne ha segnato il trentennio finale. Lo ha scritto Orlando Lentini e si intitola La sinistra americana pensa il mondo (Franco Angeli 2008).
A cinque anni dalla pubblicazione di Saperi sociali, ricerca sociale 1500-2000 (Franco Angeli 2003), nel quale ha ricostruito l’intero arco dei saperi e delle ricerche sociali moderne (dall’arte del vivere civile di Machiavelli all’analisi dei sistemi-mondo di Wallerstein), Lentini ricostruisce in una grande narrazione storico-teorica ‘le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, le cortesie, l’audaci imprese’ della sinistra americana nel secolo scorso. I maggiori scienziati storico-sociali del novecento americano, tra i quali giganteggiano Immanuel Wallerstein e Gabriel Kolko, e le loro imprese intellettuali e morali, vengono qui per la prima volta spiegati e illustrati come autori e opere costituenti la nuova realtà virtuale del mondo globalizzato.

Le notevoli acquisizioni della nuova ricerca storiografica di Lentini sono tre. Prima acquisizione: il capitalismo si è rivoluzionato. Agli inizi del Novecento si è realizzata una metamorfosi del ‘capitalismo imprenditoriale’ – il capitalismo conosciuto da Karl Marx e Max Weber (coautori del paradigma liberal-marxista) - nel ‘capitalismo corporato’ (come risulta dalle indagini storico-sociali di Adolf A. Berle Jr. e Gardiner C. Means [1932] e di Alfred D. Chandler, Jr. [1977]). Seconda acquisizione: il marxismo non è riuscito a tenere il passo di questa rivoluzione. Il fatto che “la metamorfosi corporata sia stata pensata a lungo con categorie analitiche liberal-marxiste ha rappresentato probabilmente il principale problema di una scienza sociale critica per gran parte del XX secolo.” Terza acquisizione: non abbiamo ancora capito perché il marxismo si è rivoluzionato meno del capitalismo. “Rimane da spiegare perchè questo processo di trasformazione della struttura economica del mondo sia stato a lungo interpretato e rappresentato con categorie analitiche e visioni, proprie di quella che chiamiamo la geocultura liberal-marxista, espressione della visione imprenditoriale del mondo.”

Avanzo di seguito una proposta storico-teorica, nel tentativo di spiegare quel perché, partendo dal punto debole della storia di Lentini: la sottovalutazione del contributo del Gramsci dei Quaderni per comprendere e superare il ritardo scientifico e culturale dei marxismi e delle sociologie, la loro “crisi”. Un solo esempio: Lentini documenta che Wallerstein “pone in discussione l'unità di analisi ‘stato-nazione’ ” e la figura dello storico e dello scienziato sociale a favore dello “scienziato sociale storico” già a metà degli anni settanta. Ma non comprende in tutte le sue conseguenze Lentini, e prima di lui Wallerstein, che queste acquisizioni metodiche sono una piccola parte delle scoperte del Gramsci dei Quaderni, critico dei marxismi e delle sociologie e fondatore della 'scienza della storia e della politica', una scienza che – quando riconosciuta e sviluppata - servirà come il pane a tutte le sinistre del mondo.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti
Inviato: 9/9/2008 19:33  Aggiornato: 9/9/2008 20:08
Risulta interessante soffermarci sulle tre "acquisizioni" di Lentini secondo fulmini. Ne propongo una "traduzione":
1. "Il capitalismo si é rivoluzionato" = la realtá dell'economia di mercato si é sviluppata, trasformata, perfezionata.
2. "Il marxismo non è riuscito a tenere il passo di questa rivoluzione" = le teorie critiche dell'economia (il marxismo, le sociologie) si sono fermate, riproponendo sempre le stesse critiche, senza accorgersi dei cambiamenti avvenuti nella realtá criticata.
3. "Non abbiamo ancora capito perché il marxismo si è rivoluzionato meno del capitalismo" = i marxisti, i sociologi, incominciano a rendersi conto del divario fra la realtá e il loro pensiero, ma non riescono a capire ancora perché tale divario si é prodotto.
Conclusione: il marxismo, le sociologie, sono scienze del passato, cristalizzate, morte.
Ha ragione fulmini: Gramsci ha capito il divario fra quelle teorie cristalizzate e la realtá, ha capito le cause, ha fatto giá al suo tempo la critica del marxismo e della sociologia, ha avviato una risposta superiore: la scienza della storia e della politica. Ma Gramsci non é stato capito dai marxisti e dai sociologi (perché una teoria inferiore non puó capire una teoria superiore).
Gramsci, nell'avviamento della scienza della storia e della politica, ha fatto la critica del marxismo e della sociologia.
Penso che ció non sia sufficiente, perché bisogna comprendere, criticare e superare il capitalismo nella sua realtá attuale, e progettare teoricamente il suo superamento. Questo é il compito che si é proposto la "teoria economica comprensiva".
Luis Razeto