Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

leOpereeiGiorni : Edipo eroe intellettuale
di fulmini , Fri 25 July 2008 10:10
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  

Concludevo il precedente post (del 25 giugno 2008) della serie futuribile messa in scena dell’Edipo di Sofocle parlando di Edipo “vittorioso”. Sono impazzito? O almeno – per citare il più grande autore di televisione italiano contemporaneo – “Non so più quando sto andando”? Non è forse l’Edipo di Sofocle una ‘tragedia’? E lui, Edipo, l’uomo dai piedi gonfi, non è una delle più potenti e dolenti personificazioni della ‘sconfitta’?

Calma e gesso. Distinguiamo. Come intellettuale, come ‘filosofo’, come amante della conoscenza, Edipo ha vinto la sua battaglia. Anche come potente, come ‘filocrate’, come amante del potere, Edipo ha vinto la sua battaglia. È la guerra che ha perduto, con la sua pretesa tragica di essere nello stesso tempo filosofo e filocrate, amante della conoscenza e amante del potere.

Ma, appunto, come intellettuale, Edipo è “vittorioso”. Concentriamoci sull’essenziale. Sconfigge intellettualmente la Sfinge (risolvendo il suo indovinello - e salva la città, e diventa tiranno della città, e la governa lunghi anni da tutti come il migliore dei governanti), e quando la città è assalita dalla peste, cerca intellettualmente la sua causa, la trova (e salva di nuovo la città).

Edipo è dunque un eroe intellettuale, e precisamente l’eroe “della scoperta metodica che muove da un principio e segue un percorso” (Vegetti), l’eroe del mondo nuovo, nel quale “la ragione è il metodo e lo strumento precipuo con cui esercita la sua sovranità” (Paduano) – opposto a Tiresia eroe del vecchio mondo, maestro e sovrano di un sapere arcaico, pre-razionale. Edipo eroe ippocrateo, tucidideo, anassagoreo... e chi più ne ha più ne metta.

Certo, Edipo porta già dal principio, nel suo nome proprio, la ‘tragedia’: non vuol dire il suo nome “uomo dai piedi gonfi”? Ma di ciò, un’altra volta.

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
 
Si raccomanda di abilitare i cookies nel proprio browser prima di inviare un commento.
I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Commenti