Radio Fulmini

Per installare RadioFulmini sul tuo sito clicca qui
_________________
Chi siamo
Login
Per gli Iscritti
Ricerca

Ricerca avanzata


Questo sito-rivista è la prosecuzione del blog-rivista fulmini, che in diciotto mesi ha capitalizzato 180.000 visite. Per conoscere il funzionamento di questo sito-rivista si può leggere il "Chi siamo" qui in alto.

(1) 2 3 4 ... 893 » (sfoglia)
leOpereeiGiorni : Joshua Bell e noi
di fulmini , Tue 19 February 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  



Un uomo si mise a sedere in una stazione della metro a Washington DC ed iniziò a suonare il violino; era un freddo mattino di gennaio. Suonò sei pezzi di Bach per circa 45 minuti.
Durante questo tempo, poiché era l'ora di punta, era stato calcolato che migliaia di persone sarebbero passate per la stazione, molte delle quali sulla strada per andare al lavoro.
Passarono 3 minuti ed un uomo di mezza età notò che c'era un musicista che suonava.
Rallentò il passo e si fermò per alcuni secondi e poi si affrettò per non essere in ritardo sulla tabella di marcia.
Alcuni minuti dopo, il violinista ricevette il primo dollaro di mancia: una donna tirò il denaro nella cassettina e senza neanche fermarsi continuò a camminare.
Pochi minuti dopo, qualcuno si appoggiò al muro per ascoltarlo, ma l'uomo guardò l'orologio e ricominciò a camminare. Quello che prestò maggior attenzione fu un bambino di 3 anni.
Sua madre lo tirava, ma il ragazzino si fermò a guardare il violinista.
Finalmente la madre lo tirò con decisione ed il bambino continuò a camminare girando la testa tutto il tempo. Questo comportamento fu ripetuto da diversi altri bambini.
Tutti i genitori, senza eccezione, li forzarono a muoversi.
Nei 45 minuti in cui il musicista suonò, solo 6 persone si fermarono e rimasero un momento.
Circa 20 gli diedero dei soldi, ma continuarono a camminare normalmente. Raccolse 32 dollari. Quando finì di suonare e tornò il silenzio, nessuno se ne accorse. Nessuno applaudì, ne' ci fu alcun riconoscimento.
Nessuno lo sapeva ma il violinista era Joshua Bell, uno dei più grandi musicisti al mondo.
Suonò uno dei pezzi più complessi mai scritti, con un violino del valore di 3,5 milioni di dollari.
Due giorni prima che suonasse nella metro, Joshua Bell fece il tutto esaurito al teatro di Boston e i posti costavano una media di 100 dollari.

Questa è una storia vera. L'esecuzione di Joshua Bell in incognito nella stazione della metro fu organizzata dal quotidiano Washington Post come parte di un esperimento sociale sulla percezione, il gusto e le priorità delle persone. La domanda era: "In un ambiente comune ad un'ora inappropriata: percepiamo la bellezza? Ci fermiamo ad apprezzarla? Riconosciamo il talento in un contesto inaspettato?".

Ecco una domanda su cui riflettere: "Se non abbiamo un momento per fermarci ed ascoltare uno dei migliori musicisti al mondo suonare la miglior musica mai scritta, quante altre cose ci stiamo perdendo?"

Gabriele Battistotti

https://www.youtube.com/watch?v=LZeSZFYCNRw

Commenti?
Poltergeist : Un video rimontato
di nefeli , Sun 17 February 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Riedizione del video di Nefeli su Psyco di Hitchcock:
https://www.youtube.com/watch?v=YtHPkZXwWj0

Commenti?
leOpereeiGiorni : La ndrangheta e i pentiti
di fulmini , Wed 13 February 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


«Così la ’ndrangheta riesce a capire dove ci nascondiamo noi pentiti»
Tutte le falle nel sistema di protezione. Le parole di un pentito: «La migliore protezione è quella che ti fai da solo»

Un articolo di Antonio Crispino dal Corriere della Sera.

https://www.corriere.it/video-articoli/2019/02/11/cosi-ndrangheta-riesce-capire-dove-ci-nascondiamo-noi-pentiti/1587acc2-289f-11e9-a9a8-f8d43e37edc8.shtml

Commenti?
la lingua rubata : Neuropsichiatria secondo Alexandra Zambà
di AlfaZita , Sat 9 February 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


Sofia


In questo mese (per me) sabbatico ospito lavori di altri autori. Prosegue, dopo un lavoro di Nefeli, con un lavoro di Alexandra.

"Finora non ne avevo mai parlato con nessuno, perché certe cose si tengono dentro, ma anch'io ho attraversato penombre laceranti... La prima esperienza depressiva, l'ho vissuta intorno ai trent'anni. Non era successo niente di particolare, ma all'improvviso la mia sensibilità si è accentuata, alterata. Del resto, la depressione nasce quando vuole: situazioni interiori che fino a un minuto prima riuscivi a contenere, ad armonizzare, a nascondere s'incendiano, si fanno incandescenti... Con certi pazienti non si può lavorare, se non si siano conosciute delle intermittenze depressive. O almeno non è possibile immergersi nel loro dolore. Lo hanno detto altri prima di me, grandi psichiatri come Bleuler o Schneider".

Intervista di L.Sica allo psichiatra Eugenio Borgna
Foto: Sofia, la figlia piccola, dopo una giornata di lavoro come Neuropsichiatra infantile (post scritto nel 2013)

"Μέχρι τώρα δεν είχα μιλήσει με κανέναν, γιατί ορισμένα θέματα τα κρατάς βαθιά μέσα σου, όμως και εγώ πέρασα ανάμεσα απο οδυνηρές σκιές ... Έζησα την πρώτη εμπειρία κατάθλιψης, γύρω στα τριάντα. Δεν είχε συμβεί κάτι το ιδιαίτερο, αλλά ξαφνικά η ευαίσθησία προς τα γύρω μου, έγινε εντονότερη, άρχισε να με καταβάλλει η κατάθλιψη. Η κατάθλιψη προκύπτει όταν το θέλει: μερικές εσωτερικές καταστάσεις τις οποίες μέχρι εκείνη τη στιγμή μπορούσες να έχεις υπο έλεγχο, κατάφερνες την εναρμόνισή τους και τις έκρυβες, ξαφνικά πέρνουν φωτιά ... με μερικούς ασθενείς δεν μπορείς να εργαστείς, αν δεν έχεις γνωρίσει τη καταθλιπτική διαταραχή..." Συνέντευξη στον ιταλό Ψυχίατρο, Eugenio Borgna, μτφρ Alexandra Zambà

Φώτο: η Σοφία, η μικρή μας κόρη, νευροψυχίατρος, στο τέλος της εργασίας στη Ψυχιατρική κλινική.

Alexandra Zambà

Commenti?
Poltergeist : Psyco secondo Nefeli Misuraca
di fulmini , Tue 5 February 2019 4:00
English version   Version Française   Versión español   Deutsch version  


In questo mese (per me) sabbatico ospito lavori di altri autori.

Comincio con Nefeli, che ha tenuto nelle settimane scorse, a Roma, un seminario lungo un giorno sull'opera di Alfred Hitchcock.

Ecco un video di fortuna che ne ha documentato una parte, sulla scena della doccia di Psyco: https://www.youtube.com/watch?v=LrEqnuJF0Bs

Commenti?
(1) 2 3 4 ... 893 » (sfoglia)